Cinema, ma voi come ci riuscite???


Ma voi come ci riuscite???

E’ chiaro il cinema è una delle mie passioni ma il cinema inteso come film mica come quel posto infernale dove pagando un biglietto non sai mai cosa c’è dentro la scatola. Perdonatemi questo sfogo ma io i film li guardo principalmente  a casa ma ogni tanto, sempre e solo per invito, finisco per trovarmi seduto su quelle poltrone scomode con la speranza che lo spot proiettato sia l’ultimo e a seguire ci sia il film per cui ho pagato. Ma procediamo con ordine…

Prima di sedersi ovviamente c’è da pagare il biglietto, non mi lamento del prezzo ma della fila che comincia da li e finisce dinanzi la porta della sala.

Piccola diapositiva rappresentativa:

La Fila..... :-(

A questo punto, dopo spintoni, palpatine e donne che lamentano di improvvise gravidanze….ci si siede al proprio posto. Tralasciando il fatto che i posti sono scomodissimi e per un uomo di taglia media con le gambe, davvero striminziti…si spengono le luci. Dopo una sfilza di spot publicitari arrivano i trailer ( quelli almeno servono a qualcosa) e alla fine arriva anche il film. Non passa nemmeno il primo tempo che già ci si rende conto di dove si è finiti.

A parte che c’è sempre lo splendido/a che invade il mio spazio tanto da poter mangiare i miei popcorn….

......................................

Ma vogliamo parlare di tipi del genere? Che parlano, giocano o accendono il cellulare??

Basta io rimango basito…. Ma succede solo da me? Voi non avete mai avuto di questi problemi? Vi prego ho bisogno di essere confortato!!!

Raccontatemi le vostre esperienze negative, se ne avete avute altrimenti, ditemi dove abitate che mi trasferisco li :-)

:-(

About these ads

Pubblicato il 24/11/2011, in Pensieri e parole con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 11 commenti.

  1. Questi problemi al cinema sono nella norma, purtroppo. Quello che proprio non sopporto sono quelli che chiacchierano degli affari loro per tutta la durata del film (successo proprio ieri).
    Il peggio del peggio mi è successo qualche domenica fà. Io e il mio ragazzo siamo andati al multiplex vicino casa per vedere un film gratuito con la tessera ‘Grande cinema 3′. Arriviamo mezz’ora prima e c’era una fila assurda con solo 2 casse aperte su 5. Dopo 20 minuti, al nostro turno presentiamo le schede e il proprietario del cinema fa: ‘Siete in ritardo per entrare gratuitamente con le schede, se volete entrare dovete pagare il biglietto altrimenti dovevate venire mezz’ora fa’ (quelli prima di noi erano entrati con la schede tranquillamente), al che già alterata gli faccio ‘Bello, è mezz’ora che stiamo in fila, quelli di prima li hai già fatti entrare e a noi fai le storie? Fai i biglietti altrimenti da qua non ci muoviamo.’ (Dietro di noi fila esagerata). Questo mi risponde ‘Beh, se la mettete così potete andare via, i biglietti non ve li faccio. Io vi faccio un favore a farvi entrare gratis. Nessuno mi obbliga.’ Giuro che non c’ho visto più, gli ho risposto che da lì non ci muovevamo senza i biglietti e siamo rimasti davanti finchè non ce li ha fatti, tra l’ira generale della gente in fila che stava perdendo il film. Risultato: non entrerò mai più in quel cinema (tra l’altro il più brutto della provincia), anche se era l’unico a far entrare con le schede 3. Piuttosto pago il biglietto da un’altra parte.

  2. Per me, principalmente, il problema con multisale e cinema in generale è sempre stato quello che proiettano, più che quello che riguarda le dinamiche all’interno della sala. Finora, nelle centinaia di volte che sono stata al cinema, testando sale di ogni tipo tra Italia ed estero, di questi problemi non ne ho avuti, fortunatamente, ma lascio sempre aperta quell’orrenda possibilità. La cosa più fastidiosa capitatami però è la classica “testata” del tizio davanti, alla quale è difficile combattere con un semplice “shhhhhh!!!”

    • L’uomo è andato sulla luna ma non è riuscito ancora a risolvere il problema della “Testata” o come si dice dalle mie parti “testazza” al cinema…pazzesco :-((

  3. Qualche problemino in sala può sempre capitare, gente che commenta a voce alta come se fosse una prerogativa avuta in esclusiva, i ragazzini che non riescono a seguire un film fino in fondo e iniziano ad animarsi neanche a metà proiezione, qualcuno che si addormenta e comincia a russare, e quelli che per scartare la caramellina di turno ci impiegano tre ore… Certe cose succedono a teatro, dove si dovrebbe rispettare il silenzio assoluto, figurarsi in una sala cinematografica! Raramente invece mi capita di dover affrontare file interminabili a base di spintoni, anche perchè sempre più diffusa è la possibilità di poter acquistare i biglietti online prima di recarsi al cinema. Il discorso del cellulare credo ormai sia una sorta di contrappasso che l’umanità deve sopportare per aver creato troppa tecnologia. ;)
    Il problema del testone almeno dalle mie parti è, credo, definitivamente superato grazie alla struttura ben congegnata delle sale, è da un bel pezzo che non mi capita più di doverlo affrontare. Certo, mi rendo conto, occorre avere un briciolo di fortuna, perchè, conoscendo la realtà che vive Alèx, so quanto si possa continuare a soffrire, ancor oggi, di certe difficoltà. Il suggerimento è sempre quello di mettere i paraocchi, concentrarsi sullo spettacolo e lasciarsi scivolare, per quanto possibile, tutto ciò che succede intorno. Non è sempre facile, ma il più delle volte paga, se non altro in termini di continuità della visione. Coraggio! :)

    • Come già sai…da me non porteranno Pina :-( ma dico io un ente che controlli questo tipo di situazioni no? La siae si interessa solo ai trailer ormai? Ecco perchè al cinema preferisco tutti gli altri mezzi di divulgazione!!!

  4. Io mi soffemerei anche sull aspetto economico, visto che tutt’ oggi stiamo arrivando a pagare un biglietto anche sette euro, e nn mi vergogno ad ammetterlo essendo ancora disoccupato, ho perso spesso il piacere di godermi un bel film in sala a causa del fattore economico. Per non parlare degli orari assurdi che danno ai film meno conosciuti e che invece varrebbe la pena di vedere, ancora meglio di qualsiasi Vanzina a cui invece danno tranquillamente a tutti gli orari possibili immaginabili XD spero mi pubblichi almeno questo ;( visto che è uno al giorno me lo devo centillinare ihihihih

  5. Diciamo che la mia irritazione cresce o decresce a seconda del genere di film…se è una commedia è quasi sicura la mia irritazione, risate che non ti fanno sentire o commentacci su scene particolari, spettatori che sul finale si alzano all’ istante alla faccia di chi potrebbe essere interessato ai titoli di coda…ma qui entra in ballo la questione su chi è lo spettatore medio delle commedie, ma lasciamo perdere…tra l’ altro anch’io ogni tanto gradisco la visione di un film leggero…:-))
    L’ altro motivo di disappunto nasce invece dal non aver trovato in nessuna sala un film della Fandango e ho notato che un certo tipo di film viene trasmesso in fasce orarie infelici o non viene trasmesso per niente, ma questo forse è dovuto alla loro scarsa convenienza economica…
    Sul “tema” cellulare potrei scrivere un’ articolo. Una sola curiosità…ok hai tolto l’ audio ma sei poi lo accendi per inviare messaggi non credi che quell’ illuminare a giorno non possa irritare chi hai a fianco?? Pasquale, il paraocchi con me non funziona! MACCHECAVOLO!! :-)

    • Ciao Monica e benvenuta fra noi ;-)
      Pensa io ho visto tutto un Harry Potter con accanto una ragazzina che messaggiava all’iphone. Avevo un occhio che si era adattato perfettamente alla luminosità dello schermo e l’altro che impazziva con la luce di quel telefono…un esperienza a dir poco psichedelica :-(

  6. Condivido tutti i problemi che avete messo in luce. Premetto che, pur vedendo molti più film a casa, vado comunque spesso al cinema, mi piace troppo gustarmi un film sul grande schermo, in una sala buia. Ma mentre a casa ho il controllo su ciò che mi accade intorno, lì no. Sul cellulare forse ha ragione Pasquale, è la tecnologia! Può capitare di dimenticarsi di abbassare la suoneria, ma rispondere rimanendo al proprio posto no, non lo ammetto (se poi sono gli anziani peggio ancora perchè sono mezzi sordi). Per il “cicaleccio underground” della gioventù (ma perchè i genitori pagano i biglietti a questi scalmanati?) c’è poco da fare: se dici qualcosa ti rispondono ed è peggio. Qualche volta abbiamo chiamato il personale che li ha buttati fuori. Io poi impedirei l’ingresso a film iniziato (dalle mie parti solo un paio di cinema mantengono questa abitudine): anche perchè di solito parte con 20′ di ritardo e non sopporto alzarmi per far sedere qualcuno. Benedetti quei cinema che non fanno più la pausa di metà film: almeno eliminano ulteriori disturbi. Considerando tutti questi problemi è raro che mi capiti una proiezione assolutamente perfetta: ben diverso il discorso con l’estero: cose del genere non mi sono mai accadute, sia per piccoli film che per filmoni mainstream. Per fortuna il numero medio di spettatori nel mio caso è di solito esiguo, parliamo di 20 persone (il minimo fu 2 per “Tamara Drewe”; ma è successo pure che arrivai 30 minuti prima e la sala era già piena): sia perchè di solito i film che scelgo non sono di grande richiamo sia per l’orario scelto. E questo riduce anche il problema economico: il mio preferito, quando c’è, è attorno alle 18:30, per cui molti cinema applicano ancora il prezzo pomeridiano. E’ raro che vada oltre i 5 € a testa, anche per blockbuster come “Shelock Holmes”. Certo, le multisale sono costose e salvo il mercoledì, in cui entro con 6,50€, per il resto cerco di evitarle. Ma a Bologna siamo abbastanza fortunati, anche se non mancano i film d’essai che non escono in regione (c’è stata una grossa moria delle monosale, essendo quella in Italia che ne ha perse di più).

Lascia un Commento!!!

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: