Denti


Due denti, enormi, angoscianti, e Antonio, inquietato fin da bambino, quando la sua immaturità era ancora simbolo di candore, quando i sogni materializzavano voluttuose morbosità, quando le sue viscere nascondevano la ripulsione dell’anima.
Il dolore sancisce l’implosione in un mondo avverso, Passato senza speranza, illusione del Ritorno, manifestazione ridondante dell’Essere.
La gelosia che lo preme, lo stringe, lo rinchiude; la solitudine che lo divide, lo umilia; l’estenuante ricerca della Felicità, sensazione mai provata, apodittico desiderio di cambiamento.
Catarsi di rinascita, distrutto ciò che si ha ancora, nuovo corpo dall’indistruttibile interno.
Antonio è un uomo afflitto da sempre da due denti abnormali, che la ragazza gli rompe con un posacenere durante una discussione. Questa ferita, che lo colpisce non solo esteriormente, lo spingerà in un viaggio onirico tra dentisti fobici, fulgidi ricordi del passato, visioni amareggiate del presente, terrore del futuro.

Pubblicato il 23/09/2011, in Recensioni con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. Un racconto per certi versi inquietante,un’atmosfera psicotica,tutto nasce da una situazione comune per dipanarsi in una risoluzione quasi assurda,bella interpretazione di Paolo Villaggio,Consiglio di non perdere questa visione……

Lascia un Commento!!!

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: