Archivio mensile:novembre 2011

Pelham 123 – Ostaggi in Metropolitana


“Tutti dobbiamo una morte a Dio”

(Bernard Ryder/John Travolta)

Declassato per illecito a smistare treni in una stazione della metropolitana di New York, l’ex dirigente in attesa di giudizio Walter Garber (Denzel Washington) diventa suo malgrado negoziatore ideale del misterioso e determinato Bernard Ryder (John Travolta), che tiene in ostaggio diciotto persone sul locomotore di un treno partito da Pelham e minaccia di ucciderle tutte se entro un’ora non avrà dal sindaco (James Gandolfini)  dieci milioni di dollari.
La bella sceneggiatura di Brian Helgeland adatta liberamente, e aggiornandolo tecnologicamente ai tempi, il romanzo omonimo scritto da Morton Freedgood con lo pseudonimo di John Godey, e già portato sullo schermo col titolo Il colpo della Metropolitana nel 1974 e nel 1998. Usa lo spazio buio dei tunnel della subway per tornare a riflettere in metafora sulle ferite ancora aperte della New York post 11: la crisi economica che spinge alla follia, il relativismo dei concetti di giusto e sbagliato, le colpe dei politici, il clima di paranoia collettiva. La prima parte, concentrata sul duello verbale tra i due protagonisti, è ad alta tensione e lo stile rende un notevole senso di claustrofobia; l’epilogo, più canonicamente spettacolare e en plein air, funziona meno. Ma Washington è esemplarmente hollywoodiano nel rendere l’impotenza del suo antieroe, e Travolta esprime una sofferenza psicologica e fisica straordinaria, purtroppo dettata anche da drammi personali: il figlio malato è morto (a causa dei consigli sbagliati della chiesa di Scientology di cui era adepto) durante la lavorazione del film.

Intervista a Eddie Murphy


Questa settimana esce nelle nostre sale Tower Heist – Colpo ad alto livello
con Ben Stiller e Eddie Murphy. Non tutti sanno che…

Eddie Murphy è stato un comico ancor prima d’essere un attore, piccola curiosità estrapolata dal video che vi propongo: Mr Murphy ha….otto figli :-O

In attesa della recensione del film ecco a voi la sua intervista al letterman:

Cinema, ma voi come ci riuscite???


Ma voi come ci riuscite???

E’ chiaro il cinema è una delle mie passioni ma il cinema inteso come film mica come quel posto infernale dove pagando un biglietto non sai mai cosa c’è dentro la scatola. Perdonatemi questo sfogo ma io i film li guardo principalmente  a casa ma ogni tanto, sempre e solo per invito, finisco per trovarmi seduto su quelle poltrone scomode con la speranza che lo spot proiettato sia l’ultimo e a seguire ci sia il film per cui ho pagato. Ma procediamo con ordine…

Prima di sedersi ovviamente c’è da pagare il biglietto, non mi lamento del prezzo ma della fila che comincia da li e finisce dinanzi la porta della sala.

Piccola diapositiva rappresentativa:

La Fila..... 😦

A questo punto, dopo spintoni, palpatine e donne che lamentano di improvvise gravidanze….ci si siede al proprio posto. Tralasciando il fatto che i posti sono scomodissimi e per un uomo di taglia media con le gambe, davvero striminziti…si spengono le luci. Dopo una sfilza di spot publicitari arrivano i trailer ( quelli almeno servono a qualcosa) e alla fine arriva anche il film. Non passa nemmeno il primo tempo che già ci si rende conto di dove si è finiti.

A parte che c’è sempre lo splendido/a che invade il mio spazio tanto da poter mangiare i miei popcorn….

......................................

Ma vogliamo parlare di tipi del genere? Che parlano, giocano o accendono il cellulare??

Basta io rimango basito…. Ma succede solo da me? Voi non avete mai avuto di questi problemi? Vi prego ho bisogno di essere confortato!!!

Raccontatemi le vostre esperienze negative, se ne avete avute altrimenti, ditemi dove abitate che mi trasferisco li 🙂

😦

The Dark Knight – Il Cavaliere Oscuro


Il crimine organizzato a Gotham City ha le ore contate. Batman (Christian Bale), il tenente Gordon (Gary Oldman), il nuovo Procuratore Distrettuale (Harvey Dent) e alcuni improbabili epigoni dell’Uomo Pipistrello in imbottiture da hockey hanno dichiarato guerra ai criminali. La loro fortuna e i loro dollari, accumulati in una banca di massima sicurezza, vengono rubati da Joker (Heath Ledger). Riempite le tasche di lame, polvere da sparo e lanugine, Joker sfiderà il cavaliere oscuro di Bruce Wayne e rivelerà il lato oscuro di Harvey Dent, l’eroe procuratore che applica la giustizia e agisce a volto scoperto.

Non c’e’ niente di autocelebrativo, di solare, di rilassante, in questo secondo Batman del bravissimo Nolan, qui anche sceneggiatore insieme al fratello Jonathan. E’ un film per adulti lontano anni luce dagli ultimi due immaturi Spider-man (dei quali ha battuto lo storico record di incassi nel primo weekend), e’ realisticamente cupo, lontano anni luce dall’uomo pipistrello di Burton. Un riuscitissimo e Milleriano Cavaliere Oscuro dove tutte le parti concorrono alla riuscita del complicato (forse un pelino troppo) puzzle con grandissime prove d’attori su cui giganteggiano i due contendenti, nel loro splendido confronto che non finira’ mai, perche’ come ci dice Joker-Ledger “tu mi completi”.

“1921 – Il Mistero di Rookford”… E voi credete che i fantasmi esistano?


Uscirà nelle sale di tutta Italia il prossimo 2 dicembre “The Awakening“, produzione tutta inglese, con la regia di Nick Murphy (regista tv all’esordio sul grande schermo) e tre interpreti di estrazione teatrale quali l’emergente Rebecca Hall (“Vicky Cristina Barcelona“, “The Prestige“), il bravo Dominic West (“Mona Lisa Smile“, “Hannibal Lecter – Le origini del male“, “300” e da ultimo “Johnny English – La rinascita“), e la strepitosa Imelda Staunton (indimenticabile protagonista di ” Vera Drake“).

Se apprezzate il brivido e le storie di fantasmi di stampo classico, questo è il film che fa per voi!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: