Archivi categoria: Pensieri e parole

Buon Natale da Film che Passione!!!!


La vita è densa di emozioni, speranze e delusioni, amori, affetti, amicizie e tradimenti, e ancora musica, soddisfazioni, sorrisi e lacrime, gioie e turbamenti.

E di film 🙂 . Che replicano le sensazioni e i sentimenti dei loro autori come degli spettatori, con la netta propensione alla confezione di storie positive e a lieto fine capaci di farci sognare a occhi aperti.

Gli autori di “Film che Passione!!!!” condividono con voi questo speciale amore per il Cinema e, per questo Natale 2011,  intendono porgervi un sincero “cinematografico” augurio: che possiate realizzare nella vita reale i vostri sogni, quelli per i quali spesso pagate il biglietto del cinema per poterli anche solo immaginare, i più belli ed appaganti, come in un montaggio di sole scene migliori, come in un film, il vostro, impresso sulla pellicola della vostra pelle e prodotto dal vostro stesso cuore!!

E vi regaliamo dieci minuti di calore natalizio, giusto un’ispirazione, un incipit per la concretizzazione del nostro “cinematografico” auspicio.

Buona visione, tanta gioia e… Felice Natale!!

Annunci

Natale con Woody!!!


Quest’anno il nostro Woody ha ricevuto un gran bel regalo in anticipo. Dopo aver raggiunto la quota di 55 milioni di dollari in patria (mai successo per un suo film) in Italia ha incassato ben 2.203.671,52 euro in 72 ore. Sono stati circa 400.000 gli italiani accorsi in sala a vedere l’ultimo lavoro dell’eccentrico regista “Midnight in Paris” (la nostra recensione qui) invece il film di Fabio Volo “Il giorno in più” da lui sceneggiato ed interpretato che era dato per favorito, considerato il boom del romanzo nelle librerie italiane, ha incassato solamente 1.442.634 €

Facciamo due conti:

Incassi riferiti al week-end di venerdì 2 dicembre 2011

  Midnight in Paris : € 2.203.671,52

Il giorno in più: € 1.442.634

Anche se è amore non si vede (di Salvatore Ficarra, Valentino Picone): € 1.196.774

Urge quindi una riflessione: Cosa è successo, come mai Woody Allen, da regista quasi di nicchia ha riscosso cosi tanta popolarità e infine secondo voi, può Midnight in Paris segnare non la fine ma l’inizio di un cambiamento, intendo qualitativo,  nelle proposte cinematografiche natalizie?

Cinema, ma voi come ci riuscite???


Ma voi come ci riuscite???

E’ chiaro il cinema è una delle mie passioni ma il cinema inteso come film mica come quel posto infernale dove pagando un biglietto non sai mai cosa c’è dentro la scatola. Perdonatemi questo sfogo ma io i film li guardo principalmente  a casa ma ogni tanto, sempre e solo per invito, finisco per trovarmi seduto su quelle poltrone scomode con la speranza che lo spot proiettato sia l’ultimo e a seguire ci sia il film per cui ho pagato. Ma procediamo con ordine…

Prima di sedersi ovviamente c’è da pagare il biglietto, non mi lamento del prezzo ma della fila che comincia da li e finisce dinanzi la porta della sala.

Piccola diapositiva rappresentativa:

La Fila..... 😦

A questo punto, dopo spintoni, palpatine e donne che lamentano di improvvise gravidanze….ci si siede al proprio posto. Tralasciando il fatto che i posti sono scomodissimi e per un uomo di taglia media con le gambe, davvero striminziti…si spengono le luci. Dopo una sfilza di spot publicitari arrivano i trailer ( quelli almeno servono a qualcosa) e alla fine arriva anche il film. Non passa nemmeno il primo tempo che già ci si rende conto di dove si è finiti.

A parte che c’è sempre lo splendido/a che invade il mio spazio tanto da poter mangiare i miei popcorn….

......................................

Ma vogliamo parlare di tipi del genere? Che parlano, giocano o accendono il cellulare??

Basta io rimango basito…. Ma succede solo da me? Voi non avete mai avuto di questi problemi? Vi prego ho bisogno di essere confortato!!!

Raccontatemi le vostre esperienze negative, se ne avete avute altrimenti, ditemi dove abitate che mi trasferisco li 🙂

😦

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: